Primarie per la Provincia

cartina-provincia-Ravenna_large[1]Da tempo si parla di primarie per la scelta del candidato Pd alle elezioni provinciali della prossima primavera. A me pare che molti sostenitori delle primarie, in realtà, nei fatti, non le vogliano.

Desta qualche sorpresa il fatto che molti sindaci della nostra provincia siano intervenuti su Sette Sere, appoggiando il candidato, si potrebbe dire, ufficiale del Pd, Claudio Casadio, quando ancora non esistono candidature alternative ufficiali e a tutti conosciute. Ma sopratutto in una fase in cui non si conoscono i programmi del o dei candidati. Qualcuno può pensare essersi trattato di un’azione preventiva volta, per gli effetti che di fatto può produrre, a creare difficoltà, se non a screditare qualsiasi competitor. Intenzione nemmeno troppo nascosta quando sindaci pare affermino che, siccome fra Casadio e la Fagnocchi, che dovrebbe essere uno dei candidati alternativi, non c’è, a loro parere, competizione, cosa serve fare le primarie? Mi chiedo, fra l’altro, quale può essere lo stato d’animo di qualsiasi antagonista dopo simili affermazioni.

Sorprende che Sette Sere si presti a questi giochetti. Ha ascoltato solo una parte e ha detto che il candidato di questa parte è il “gran favorito”. Naturalmente, ogni redazione si comporta come crede. Da assiduo lettore e da fedele abbonato di questo giornale, mi aspetterei però maggiore equilibrio quando si parla di quel soggetto politico che si chiama Partito Democratico. Chi scrive dovrebbe essere maggiormente rispettoso e interprete della complessità di questa creatura a cui tanti democratici credono. Caso contrario si rischia di dare spazio a chi pensa che questo giornale tifi per la corrente maggioritaria del Partito Democratico. Naturalmente nulla di male, basta saperlo.