Adro

Comune di Adro (Bs) - Stemma

Comune di Adro (Bs) - Stemma

Si è fatto un gran parlare delle centinaia di simboli della Lega che hanno accartocciato la scuola di Adro. Una scuola di tutti che diventa la bandiera di un partito. Veramente ridicolo e sprezzante. Detto questo e preso atto che per fortuna in quel partito non tutti la pensano allo stesso modo – bastava averla intitolata a Gianfranco Miglio, ha detto Maroni – la domanda che mi pongo, e che a tanti pare sia sfuggita, è questa: come avrà fatto una cittadina di 6 mila anime ad avere racimolato le risorse per edificare un complesso scolastico come quello che si è visto alla televisione. Lo dico da residente di una città, Castel Bolognese, che avrebbe bisogno come il pane di un nuovo plesso scolastico per i suoi ragazzi. Per anni si è parlato di polo scolastico per Castel Bolognese. Pare che quest’obbiettivo faccia tremare le vene ai polsi, tant’è che da un pezzo nessuno ne parla.

Siccome sono curioso, andrò ad Adro (Bs), chiederò di parlare col sindaco e gli chiederò come ha fatto a fare la scuola. Vi informerò di quello che riuscirò a sapere, vuoi mai che potesse essere utile?

Poi andrò a Cassinetta di Lugagnano (Mi) dove cercherò di parlare col suo sindaco, Domenico Finiguerra. Una persona del meridione, credo targata Pd, rieletta a pieni voti alle porte di Milano. Un sindaco che ha deciso nel suo comune lo stop al consumo del territorio (altro tema di interesse per Castel Bolognese), che si definisce ambientalista, per i beni comuni e per la sobrietà. Da noi una persona che si candidasse a fare il sindaco con quelle parole d’ordine, come minimo sarebbe definito un rompic… .