Lega Tredozio

Campagna di Tredozio (Foto Domenico)
Campagna di Tredozio (Foto Domenico)

Mi capita spesso di andare a Tredozio per diporto. Un paesino tranquillo, immerso nel verde delle colline, a diretto contatto con la natura. Poi un incedere tranquillo della vita. Ne ho parlato bene, ho invitato amici a frequentarlo. Da quelle parti ho delle radici: la mamma lì è nata, lì ha trascorso la sua giovinezza. Da lei ho ascoltato i nomi delle case e dei monti. Come quelli che scavalcò più volte a piedi per andare a far visita a suo padre, imprigionato a Forlì dai nazi-fascisti.

Le mie certezze però, sono vacillate. E’ capitato nel corso di un weekend, un mese fa circa.

Fra le cose che mi piaccioni di Tredozio, c’è il barbiere della piazza. Opera con stile antico in una piccola bottega. Si avvale degli strumenti e degli arredi di quando ero giovane, diciamo 40-50 anni fa. Ho aspettato per avere l’occasione di rimettere piede in quel luogo. Poi è capitato.

(Scenetta). Entro e dico con tono allegro e scherzoso: “posso andare a prendere un caffè?“, intendo dire se mi tiene il posto per due minuti. Il barbiere mi guarda strano, l’astante sotto tosatura si è volta serio in volto, il cliente in attesa, esprime stupore. Mostrano di non gradire la richiesta. Il barbiere ci pensa un pò su e mi dice: “vada pure, ma sarebbe meglio di no“; il cliente aggiunge: “guardi che però ci sono prima io“. E chi l’aveva messo in discussione? “Va bene“, dico con stupore, ed esco. (Fine della scenetta).

Ci penso e mi avvio verso il bar. Decido che non andrò a tosarmi. Mi chiedo come mai quell’atteggiamento poco cortese e diffidente. Comune, contemporaneamente a tre persone. Svolto l’angolo, lo sguardo cade su di una bacheca. Contiene un solo foglio con scritto, in bella evidenza, il ringraziamento ai cittadini di Tredozio per il 20 per cento dei voti dati a loro nelle recenti elezioni regionali. Quella bacheca è della Lega. Leggo ancora, con crescente incredulità e mi assale un filo di tristezza. Poi penso all’atteggiamento nei miei confronti di quelle tre persone dal barbiere.

Senz’altro della Lega ho capito poco, se in un contesto come quello di Tredozio ottiene il 20 per cento dei consensi elettorali. O forse la Lega è qualcosa di diverso rispetto l’opinione che molti hanno maturato. O forse ho capito poco di Tredozio. Sarei molto contento se cittadini di questa cittadina, mi leggessero ed esprimessero il proprio pensiero con loro commenti. Per trovarsi poi, casomai, a prendere un caffè assieme. Per conoscerci meglio.