Dove la benzina costa meno

Da qualche tempo la cronaca faentina della stampa locale si occupa del prezzo alle pompe della benzina. Fa notizia il fatto che alla pompa del Conad a Faenza, nell’area ex Neri con entrata da via San Silvestro, la benzina costi meno. E’ vero. In quel distributore la benzina costa 7-8 centesimi in meno (140-150 lire al litro). Non è poco.

Ciò che stupisce è il fatto che in questa vicenda l’accento venga posto sulle proteste degli operatori concorrenti e non nella messa in luce del fatto che, dall’ampliamento della concorrenza, può derivare un indubbio beneficio ai cittadini utenti.

Il beneficio economico di cui si parla si è realizzato grazie alla lenzuolata di liberizzazioni del ministro Bersani (ex-governo Prodi) che diede a suo tempo la possibilità ai supermercati di vendere anche la benzina, come in tutti i paesi avanzati.

Questo risultato dimostra che avremmo tutti da guadagnare se tanti mercati fosserro resi effettivamente più liberi e concorrenti, a partire da molte professioni. Sarebbe bene che quel campione di liberismo (a parole) di B, battesse un colpo in questa direzione. Nell’attesa, noi cittadini consumatori, potremmo tentare di vincere l’apatia che ci ha assalito e richiederlo a viva voce.