Pasta con gli asparagi

Pasta e asparagi

Pasta e asparagi

Fra le delizie dell’orto e della natura ci sono gli asparagi. In Romagna adesso è la sua stagione. Potete coltivarli tranquillamente nell’orto, ma se avete voglia di fare un giretto in pineta, potete trovare quelli selvatici. A mio parere ancora più gustosi. Gli uni e gli altri potete usarli per condire spaghetti o zite (una pasta lunga). Io procedo in questo modo.

(Per due persone). Prendo un etto (circa) di asparagi. Li lavo bene e tolgo la parte del gambo più coriacea. Taglio a rondelline i turrioni, lasciando intera l’ultima parte, la testa (2-3 cm) e li metto in padella con poco olio e poca acqua.

Dopo 5 minuti aggiungo le testoline, un pizzico di sale, poca acqua se serve, e continuo la cottura per altri 5 minuti. Quando li sento teneri, ma ancora croccanti, aggiungo 20 gr di burro, aggiusto di sale e spengo il fornello.

Ci butto sopra 160 gr di pasta cotta a parte in acqua salata, faccio saltare e aggiungo una abbondante spolverata di parmigiano-reggiano. Sono pronti per essere gustati con un buon bicchiere di vino bianco, leggermente profumato.

Ps – Ricordate che l’asparago è un ottimo diuretico. Alla prima pipì che fate, se avete buon olfatto, sentirete un forte odore di farina. Niente paura, è la trasformazione di un particolare metabolita contenuto negli asparagi … e la prova del buon funzionamento dei vostri reni.