Il secondo binario

La stazione di Castel Bolognese
La stazione di Castel Bolognese

La stampa locale di stamane riporta la notizia di una conferenza stampa avvenuta a Imola nel corso della quale, l’assessore regionale Peri, il sindaco di Imola e il presidente della provincia di Ravenna, hanno dato la notizia del finanziamento della quarta corsia autostradale da Bologna allo svincolo per Ravenna.

Le opere adduttive comprendono due nuovi caselli, uno a Toscanella e l’altro a Castel Bolognese. E’ la conferma, gradita, di scelte conosciute e, certamente, dell’impegno della Regione per superare l’imbuto per la viabilità che avviene attualmente in quel tratto.

Nel corso della conferenza stampa il presidente della provincia di Ravenna ha fatto presente l’opportunità di un secondo binario fra le stazioni di Imola e di Ravenna. Si tratta di una giusta richiesta da sostenere con forza, a mio avviso, anche da parte della comunità castellana. Non risulta dalla stampa, ma credo che il Presidente pensi al rafforzamento dell’attuale tratta Castel Bolognese – Ravenna. Verrebbe così accresciuto il ruolo della stazione ferroviaria castellana, ma soprattutto acquisirebbe ancora maggiore forza l’idea di potenziare il locale scalo merci al servizio dell’economia della vallata.

Naturalmente, sia la costruzione del casello autostradale, che l’eventuale scelta di uno scalo merci a Castel Bolognese, non possono prescindere dalla costruzione della variante della via Emilia a Castel Bolognese. Cosa di cui purtroppo non si parla in sedi ove vengono illustrate scelte, come, appunto, quella del casello, che hanno una diretta incidenza con la via Emilia e quindi, con la conosciuta situazione di Castello. Appuntamento alla prossima conferenza.