Pisa e dintorni

Vicopisano
Vicopisano

Alcuni giorni in camper attorno a Pisa ci hanno fatto apprezzare  molte cose belle. Riporto alcune informazioni per chi ama viaggiare con questo mezzo, ma anche a chi fa altre scelte. Siamo partiti con la visita di Montopoli in Valdarno (area camper gratuita), un piccolo borgo antico da cui si gode un bel panorama delle campagne circostanti.

La vera sorpresa però è stata Vicopisano (area camper gratuita). Uno dei piccoli borghi medievali più belli della Toscana, fra quelli da noi visitati negli anni. Per nulla turisticizzato, ben conservato con ristrutturazioni rispettose e armoniche, in buona parte pedonalizzato, quasi interamente abitato. Tante torri ben conservate, la splendida Torre dell’Orologio, un bellissimo Palazzo Pretorio impreziosito dalla ricchezza degli stemmi posti a decoro, sia della facciata esterna, che dell’atrio interno. Il paesino che sorge su una collinetta, è chiuso in alto dalla Rocca del Brunelleschi, una delle ultime fortificazioni prima dell’avvento dell’artiglieria. Quindi alte mura e dotazione di difesa piombante (sono visibili le caditoie da cui venivano fatti cadere i sassi che, rimbalzando e frantumandosi nel muro di scarpata, si tramutavano in micidiali proiettili ad altezza d’uomo. Ma la perla architettonica del paese è costituita dalla splendida Pieve di Santa Maria. Si tratta di uno dei monumenti più belli del territorio, che conserva intatto, sia all’esterno che all’interno, l’originaria struttura romanica. L’interno conserva una magnifica Deposizione lignea del 300′. Uno dei pochi esemplari dell’epoca rimasti.

Proseguendo nel tragitto, ci siamo recati a Calci (area camper) dove abbiamo visitato la Certosa di Pisa. Un grande complesso, completamente intatto, ma in ambascie dato gli scarsi fondi ministeriali. Al momento del suo massimo sviluppo, è stata la Certosa più ricca d’Europa. La visita guidata ha posto in evidenza le durezze della vita nel convento, fra l’altro uno dei voti era quello del silenzio, e le grandi disparità fra le condizioni di vita dei Priori e dei Conversi.

Interessante la visita al Parco di San Rossore, anche se credo sia preferibile in altre stagioni, dove ci siamo sbizzarriti in una lunga biciclettata.

Abbiamo proseguito per San Giuliano Terme (ampio parcheggio nella zona sportiva, vicino la stazione ferroviaria) da dove, col treno, in cinque minuti abbiamo raggiunto Pisa. Tutti conoscono Pisa, ma forse pochi hanno posto attenzione sui quattro lungarni. Quello Mediceo che si estende dal Ponte di Mezzo al Ponte della Fortezza è bellissimo, a mio avviso più bello di quello fiorentino.

Lungo la strada del ritorno abbiamo visitato Lucca (parcheggio), percorso a piedi le sue mura e vissuto il clima prenatalizio di quella splendida città.