Come va con la zanzare tigre?

Con la zanzara tigre va male. Dalle mie parti va molto male. Il fastidioso animaletto che, come tutti sanno, può veicolare una pericolosa malattia, è presente in gran numero. Punge a raffica ad ogni ora del giorno. Impossibile sedere nel giardino, difficile scoprire qualche lembo di pelle. Pungono anche sopra i calzini. L’animaletto limita e condiziona la vita delle persone.

Ciò che mi sorprende è che nessuno si lamenti. Forse si mugugna, ma anche in questo caso, come oramai su tutto quello che ci sta capitando – mi riferisco ad avvenimenti ben più importanti che accadono nella politica -, c’è assuefazione. Non si reagisce più a nulla. Si è come cloroformizzati. E dire che sulla zanzara tigre gli scorsi anni si è fatto un gran battage pubblicitario. Ricordate? Quest’anno invece, a me è parso, che l’attenzione da parte delle isituzioni responsabili sia pesantemente calata. Basti pensare che a Castelbolognese, se non erro, i cittadini hanno avuto il 26 maggio la comunicazione, tramite il giornalino del comune,  di recarsi a ritirare il prodotto larvicida il 14 maggio. Forse oggi paghiamo le conseguenze di queste disattenzioni. E ora si aggiunge anche la preoccupazione per la zanzara del Nilo