Cardi gobbi

Il cardo (foto VP)
Il cardo (foto VP)

I cardi. Li coltivo col metodo più antico e impegnativo.

Appena muta la stagione li lego poi, dopo 15 giorni, li sotterro piegandoli in una fossetta scavata con la vanga a fianco della pianta, avendo cura di non rompere la radice. Copro la pianta con un telo e con la terra della fossetta successiva. In questo modo, dopo un tempo variabile in base alla temperatura, la pianta imbianca e diventa croccante; la linfa, continuando a spingere verso l’alto, fa si che acquisisca la caratteristica forma piegata. Da qui i cardi gobbi.

Chi fosse interessato ad assaporare questo straordinaria verdura, può inviarmi una mail a domenicosportelli@gmail.com, prenotando una o più piante e indicando il periodo che desidera averle disponibili (dopo il 15 novembre).