La scuola Gelmini

Questa mattina siamo andati a volantinare davanti alle scuole contro la Gelmini. E’ stato bello; abbiamo distribuito un volantino del PD che poneva in risalto le cose che la Gelmini non dice, ma soprattutto abbiamo parlato con diversi genitori i quali ci hanno espresso la loro preoccupazione sulla piega che sta prendendo la scuola. E hanno ben ragione.

Nella scuola pubblica il Governo taglierà entro il 20012, 8 miliardi di euro e almeno 130.000 posti di lavoro. Per fare un esempio degli effetti di questa manovra, quest’anno in provincia di Ravenna abbiamo 1264 alunni in più e 68 docenti e 56 bidelli in meno. Saranno attivate solo 13 classi a tempo pieno delle 19 richieste. Gli insegnanti di lingua inglese caleranno da 47 a 38. Sarà ridotto di tre ore il tempo normale della scuola media: un’ora di italiano, un’ora di lingue straniere, l’unica ora di informatica (a proposito delle tre – i -, ricordate?). Verranno tagliati 52 insegnanti di sostegno.

E siamo solo all’inizio. Se continua così, avremo una scuola pubblica sempre più dequalificata e povera a fronte della quale prenderà sempre più piede la scuola privata a cui potranno accedere solo i figli dei ricchi.