Casola Valsenio è una … birra

Ieri sera, appena entrati in un bar di Riolo Terme, un bel bar con una giovane barista carina e simpatica, siamo rimasti colpiti da Biagio che, arruffato come sempre, ci diceva da una locandina più o meno così “Par save’ slè bona, a lavì da sintì” (Per sapere se è buona dovete sentirla). Parlava della birra fabbricata nel Birrificio artigianale di Casola Valsenio, precisamente a Baffadi. Abbiamo chiesto alla barista se era uno scherzo. “No, no” ci ha detto “E’ proprio vero, a Casola fanno la birra”.

E’ bello e simpatico che a Casola Valsenio facciano la birra. Avevano poco, ma si sono inventati di tutto: le favole, le erbe officinali, i frutti dimenticati (cosa vuol dire la cultura del territorio, la creatività, l’arte di arrangiarsi). Ora anche la birra (chissa forse la faranno anche con i marroni). Si scherza volentieri con i casolani. Ne conosco tanti e tutti simpatici e bravi. Dopo lo scherzo però, rimane la realtà di una comunità operosa, di una città che, bene amministrata, ha saputo migliorare il proprio benessere, mantenendo viva la solidarietà. Un bell’esempio di comunità virtuosa.

Dimenticavo, la birra è buona. Sostiene il paragone con tante altre, vi consiglio di provarla.