Ad Abtsgmuend per imparare

Sono tornato da Abtsgmuend con molti pensieri per la mente, come spesso mi capita quando torno dai paesi europei. Da alcuni anni è in piedi questo gemellaggio e, mentre vedo che i tedeschi cercano di portarsi a casa qualcosa, noi molto meno. E dire che avremmo diverse cose da imparare.

Nelle loro visite da noi, sono rimasti certamente colpiti dalla nostra ospitalità, dalla coesione, dalla vivacità che esprime Castelbolognese. In conseguenza di ciò, loro storicamente così chiusi e alteri, hanno prima aperto le porte del loro comune, si sono fatti conoscere, hanno messo in campo i loro valori, poi hanno aperto le porte delle proprie case, aspetto questo non scontato e che credo non si aspettassero. Ci hanno accolto in modo encomiabile. Assieme a Marisa sono stato invitato da due famiglie nostre ospiti in passato e l’accoglienza ricevuta è stata davvero straordinaria. Tale da farci ritenere che queste amicizie, amicizia fra famiglie, non potranno più tramontare. Ma noi cosa ci siamo portati a casa? Al momento non saprei. Abbiamo visto tante cose. La cura che hanno della città, il rispetto che hanno dell’ambiente (ricordiamo tutti ad esempio il rifiuto ad usare vettovaglie di plastica nelle feste), l’attenzione per i giovani, la qualità, la generosità e l’ampiezza del loro mondo associativo. Un mondo ricco di coinvolgimento e partecipazione. Questa volta abbiamo appreso come la prima iniziativa del sindaco, ad inizio di ogni anno o ad inizio di legislatura (questo mi è sfuggito) sia quella di portare in ritiro la propria giunta e i consiglieri comunali, assieme ai dipendenti dell’azienda comune. Abbiamo visto come il comune promuova l’economia e lo sviluppo con esposizioni, fiere e mettendo attorno ad un tavolo le banche, le imprese e i politici. Facendo in questo modo cultura economica.

Ecco, penso che lo sforzo che in futuro dobbiamo fare non sia solo quello di gareggiare sul piano dell’ospitalità, aspetto questo pur rimarchevole, ma debba consistere nel tradurre al nostro livello le cose più importanti e di valore che abbiamo visto. Allora potremo dire fino in fondo che questo gemellaggio ci è servito.