Semafori, T-Red incriminati

La notizia che la magistratura ha indagato una delle ditte produttrici di impianti per il controllo elettronico delle infrazioni semaforiche ha destato molto scalpore. Sembra che l’apparecchiatura non fosse omolagata e che diversi ne abbiano fatto un uso truffaldino.

A Castel Bolognese sono istallati due impianti per il controllo dei passaggi col rosso. Non sono però T-Red, ma Ftr della ditta Eltraff, di tipo diverso quindi da quello incriminato. La Polizia Municipale ha fatto sapere che gli strumenti in funzione a Castel Bolognese sono omologati e puntualmente revisionati alle scadenze di legge. Per quanto riguarda i tempi della durata del giallo, negli impianti di Castel Bolognese sono corrispondenti alle indicazioni del Ministero dei Trasporti emanate il 16 luglio del 2007.